Territorio » Salò » Punti di interesse » Palazzo Terzi-Martinengo

PALAZZO TERZI-MARTINENGO

Dimore a Salò

Situato nella frazione di Barbarano palazzo Terzi-Martinengo fu edificato nel 1566 per volere del marchese Sforza Pallavicino, esponente di spicco della Repubblica di Venezia. L'edificio, dalle forme severe e rigorose, dotato anche di una torre di guardia ha quasi l'aspetto di una fortezza anche se l`ampio giardino declinante, dotato di fontane e articolato in due sezioni, ne addolcisce la visione d`insieme. Il complesso è formato da quattro corpi di fabbrica collegati fra loro; il primo viene ad essere costituito da un solo piano e dal pian terreno, segue poi un'ala prospiciente il lago, un corpo a due piani e una seconda ala che, come la prima, si protende verso il bacino lacustre. La decorazione esterna si presenta invece caratterizzata da finti conci squadrati e da un cornicione sul quale si innestano delle mensole di forma allungata. Bellissimo il porticato che sostiene la terrazza del Belvedere e le numerose statue mitologiche che decorano parte di esso. Internamente da sottolineare la presenza dei due salotti che occupano il primo piano del secondo corpo; il primo è caratterizzato da un soffitto a travi, mentre il secondo è contraddistinto dalla presenza di luminose finestre e da affreschi del XVIII secolo. Al piano terra di questi due corpi si innestano dei locali un tempo preposti ad ambienti di servizio, cucina e sala da pranzo, tutti voltati. Il terzo corpo è quello invece adibito ad abitazione, caratterizzato dal piano nobile, anche se le sale più belle trovano collocazione nel quarto ambiente. L'esempio più significativo in tal senso ci viene fornito da una grande stanza dotata di soffitto a cassettoni finti su grandi travi e da una fascia ad affresco articolata su tutta la parete rappresentante animali e mostri marini. (credits Arianna Florioli)

CONDIVIDI CON:
inLombardia | Regione Lombardia