SPAGHETTI AL SUGO DEL GARDA

Preparazione: Per fare un sugo di pesce di lago ci vuole il pesce, ovvio. Più varietà ci sono e meglio è, dice qualcuno; qualcun altro, invece, suggerisce di non usare pesci eccessivamente grassi, come l’anguilla, o troppo saporiti, come la sardina. Per il nostro sugo noi ipotizziamo di utilizzare un cavedano di piccole dimensioni, un lavarello o coregone, un persico, una tinca e anche una bottatrice. Eliminiamo le interiora dei pesci, li laviamo e ricaviamo dei filetti, eliminando la pelle e curando che non siano rimaste spine indesiderate nella carne. In una pentola versiamo poco olio extravergine di oliva e facciamo appassire una cipolla, una carota, uno spicchio d’aglio e del sedano tagliati a pezzi. Dopo qualche minuto aggiungiamo, nell’ordine: i filetti di pesce, un poco di sale e pepe, un bicchiere di vino bianco (che faremo sfumare) e del sugo di pomodoro e lasciamo cuocere e restringere il sugo. Controlliamo che il sugo sia cotto e regoliamo eventualmente di sale.

CONDIVIDI CON:
inLombardia | Regione Lombardia